Pasta e pizza: perchè non possiamo farne a meno ?

pasta-e-pizza
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Ciao,

so cosa risponderai: perchè la pizza e la pasta sono i piatti simbolo della nostra cucina !!!

E’ vero ma ti sei mai chiesto perchè alle 11,quando cominci a sentire un languorino, invece di mangiare una mela o una carota,(a parte i più bravi) desideri di più cracker, grissini o meglio ancora patatine?

Certo perchè sono più invitanti ma gli scienziati hanno dimostrato che non è solo questione di gusto.

Io ricordo quando ancora non sapevo tutte queste cose e preparavo la mia colazione con fette,marmellata o miele e non capivo perchè poco dopo avevo già fame.

E’ dimostrato che i carboidrati raffinati preparati con farina bianca”00″ e “0”come pane bianco, pizza, pasta, riso bianco e patate creano dipendenza come una droga.

Più ne mangi e più ne mangeresti.

E questo è dovuto prima dal picco e poi dal crollo degli zuccheri nel sangue che attivano i centri del cervello collegati alla ricompensa e alla dipendenza. I picchi di glicemia dovuti al consumo di tanti zuccheri fanno produrre molta insulina al pancreas: l’insulina facilita l’assimilazione dello zucchero da parte delle cellule del tuo corpo che dopo poco tempo te ne richiederà dell’ altro per compensare il consumo.

I carboidrati raffinati sembrano capaci di provocare desiderio di cibo anche molte ore dopo che li abbiamo ingeriti.

Si viene così a creare un circolo vizioso che finisce per contribuire ad aumentare la fame e  di conseguenza l’aumento di peso.

Qual’è  la soluzione? Preferire carboidrati integrali.

Questi, grazie anche alle fibre alzano più lentamente la glicemia nel sangue e contengono meno zuccheri veloci da assorbire. Ci aiutano quindi a ingrassare di meno.

I cereali alternativi da mettere in tavola.

La pasta integrale, condita con legumi e verdure, è quindi un ottimo alimento ma non è il solo cereale da consumare. Vediamone altri sei:

cereali

ORZO: utile per regolare il calcio nelle ossa, abbassa il colesterolo.Ha un buon apporto di proteine e di sali minerali. Meglio usare quello integrale o decorticato anzichè il perlato che ha poche fibre. Io preparo zuppe e minestre e l’alterno al caffè.

MIGLIO: combatte l’acidità di stomaco e l’osteoporosi. Contiene acido silicico che rinforza unghie e capelli. Aiuta per la depressione, anemia e stress. Ho sempre creduto che fosse un alimento per i canarini, invece si ottengono polpettine, crocchette e sformati buonissimi.

FARRO: ricco di fibre, vitamine e sali minerali. Contiene uno degli aminoacidi essenziali che forma le proteine del nostro corpo.Ottimo per minestre e io lo sostituisco al pane bianco.

AVENA: aumenta i livelli di colesterolo “buono” HDL, controlla l’ipertensione e la glicemia. Energizzante e riequilibrante del sistema nervoso. Unita alla frutta fresca e secca è un ottima colazione.

GRANO SARACENO: ricco di ferro, zinco e selenio. Aiuta il funzionamento dei reni e contiene rutina che protegge i vasi sanguigni.

SEGALE: come l’avena controlla i picchi di glicemia, modula il colesterolo e combatte l’ipertensione. Ottimo il pane nero di segale.

E come ho già scritto nell’articolo precedente : la Natura è molto saggia e sa quello che fa e ci fornisce tutto ciò di cui abbiamo bisogno.

PS :Chiedi in pizzeria la pasta integrale al farro ; è buonissima, gonfia meno ed è molto più digeribile.

Buon Appetito

Lilia

 

NB: lasciami un tuo commento qui sotto  e se ritieni che questo articolo possa essere utile per qualcun altro condividilo su Facebook 🙂

 

Commenti