La Meditazione in autunno

meditazione in autunno
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Ciao,

oggi condivido con te una pratica che a me porta tantissimi benefici : la meditazione.

Ho avuto la fortuna di avvicinarmi agli insegnamenti di un maestro zen qualche anno fa e ora, oltre a praticarla a casa, mi unisco a un bel gruppo il sabato mattina.

Perchè  meditazione in autunno?

Perchè in questa stagione vai   incontro a dei cambiamenti sia nell’ ambiente, meno ore di luce,quindi meno ore che puoi  passare all’ aperto e godere del sole, sia cambiamenti nel tuo  corpo, dove la produzione di ormoni che influenzano l’ equilibrio,sia fisico che psichico, variano.

Tutto ciò può provocare stanchezza, apatia, stress, depressione.

Tutti noi,anche inconsapevolmente, cerchiamo quella pace della mente che la meditazione ci può dare.

Guardare un tramonto, lavorare a maglia, dipingere è una forma di meditazione perchè quando focalizzi l’ attenzione, la mente per un pò smette di “chiaccherare”.

Peccato che questo intervallo di pace duri poco; i tuoi pensieri ricominciano a vagabondare e a trascinarti nel turbinio .

Ecco che bisogna  educare la mente con la meditazione, focalizzando l’ attenzione su un punto che può essere una candela o un mantra, finchè i pensieri, piano piano, si allontaneranno.

IL CONTROLLO DELLA MENTE

La mente è come il mare, le cui increspature sono i tuoi pensieri.

Non vivi nel presente, ma continuamente nel passato o nel futuro, investendo un sacco di energie mentali.

E la mente cerca sempre al di fuori, qualcosa che soddisfi il bisogno di felicità.

Pensa alla felicità che provi all’acquisto per esempio di un’auto nuova o di un oggetto che desideri . Per un pò sei soddisfatto e la mente sta tranquilla, ma poi cominci a desiderare l’ ultimo modello o hai paura che ti venga rubata o graffiata( ho un amico che costantemente cerca parcheggi larghi e controlla sempre le fiancate ).

La meditazione ti insegna che hai  già dentro di te gioia e saggezza, che puoi  percepire quando la tua mente si calma.

Se riesci a trovare dentro di te un senso di appagamento, anzichè proiettarlo su oggetti esterni, scoprirai il vivere in pace.

Ma bisogna dedicare tempo per imparare a meditare, se lo fai per poche volte è difficile fare tua la tecnica. Puoi  meditare camminando, coordinando il respiro con il passo, inspirando per tre passi e espirando per altri tre passi.

Respirando lentamente e in modo controllato la mente si calma.

Non sempre è facile, a volte la collera e l’essere decentrati, ti fa sentire “fuori di te”e non capisci più cosa è giusto fare in quel momento. Ma esercitandoti sentirai che l’ influenza esterna è meno forte di prima e sia che tu abbia avuto una giornata pesante sia che tu abbia passato una bella giornata al mare, il tuo umore sarà costante.

E pur in mezzo ai cambiamenti, che sono l’essenza della vita, ti sentirai forte e sicuro.

Namastè

Lilia

 

 

 

Commenti