La capacità di stupirsi

stupiamoci
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Ciao,

oggi condivido con te un concetto che ritengo sempre più importante: Essere felici !

Il grande Einstein un giorno disse:« Ci sono due modi di stare al mondo, possiamo vivere come se nulla sia un miracolo, oppure scorgere un miracolo in ogni cosa.»

La mindfulness significa stupirsi di tutto come se ti trovassi ogni volta di fronte a un miracolo. 

Per Einstein significava avere un atteggiamento nei confronti della vita di continua curiosità, con consapevolezza, prestando attenzione a tutto, non vivendo come se avessi il pilota automatico inserito e disattento a ciò che ti circonda.

Ma quanto è diventato difficile in questo periodo storico?

Sei continuamente distratto.

Spot pubblicitari che ti stimolano desideri che non sapevi di avere.

I telegiornali che ti spaventano con catastrofi, crimini, conflitti…

Le mail riempiono continuamente la tua casella prima ancora che tu riesca a svuotarla.

Ed essere felici è dura quando le tue giornate lavorative sono sempre più lunghe e nonostante tutto non riesci ad arrivare a fine mese e a pagare le bollette.

Quando anche i valori, l’etica o semplicemente il saluto del vicino sembrano un lusso.

Gran  parte della società è incosciente ma come dice Charles W. Tobey:«Ciò che non va nella nostra nazione è la somma di ciò che non va in noi come individui.»

Ecco che allora è importantissimo diventare una persona più attenta e comprensiva.

Vediamo come:-)

SEGUIRE IL FLUSSO

Se l’obbiettivo della mindfulness è guardare con curiosità, la prima cosa che devi fare è guardare dentro di te, la meditazione deve iniziare a “casa tua” perchè è li che tendi a distrarti. Quante volte ci si lascia intrappolare da pensieri, emozioni, sentimenti , cercando di reprimerli?

Meditare con mindfulness su di sè aiuta ad uscire dalla trappola. 

Impara ad osservare con curiosità i tuoi pensieri, senza giudicarli. Segui il flusso, come se guardassi le nuvole in cielo, e ti sentirai in quella condizione di non “pensare” come quando pratichi uno sport, leggi, lavori a maglia, dipingi….

MINDFULNESS E FELICITA’

Attraverso la consapevolezza di sè,del tuo modo di pensare, di agire, questa pratica ti porta a non cadere intrappolato nell’ansia, nella depressione, e ti aiuta a liberarti da impulsi negativi e a rilassarti.

Contribuisce poi alla tua felicità perchè rafforza il sistema immunitario, aiuta a superare disturbi psicosomatici e dolori cronici.

Stimolando la curiosità per tutto ciò che ti circonda favorisce l’apprendimento.

Non costa nulla.

Ecco che praticando l’attenzione consapevole impari a conoscerti meglio, a capire i tuoi atteggiamenti anche emotivi e le loro conseguenze, e imparare a gestirli.

Prendendoti cura di te, diventerai il “tuo” maestro e farai di tutto per riempire la tua vita che ti rendano felice.

E tornando al discorso iniziale, la mindfulness si prende cura anche del prossimo.

Conoscere meglio te stesso ti aiuta ad entrare in empatia con gli altri. Se riesci a non essere troppo giudicante con te stesso  riesci a non esserlo anche con le persone che ti circondano. Saprai comunicare meglio e creare relazioni più sane e non gravate da stress e conflitti. E a trattare gli altri come vorresti essere trattato tu.

Il valore di un uomo risiede in ciò che dà non in ciò che è capace di ricevere. (Einstein)

Nel prossimo post ti parlerò del connubio tra mindfulness e andare in bicicletta. Seguimi 🙂

Ciao ciao 🙂

Lilia

 

Mi farà piacere se lascerai un commento su questo argomento 🙂

Commenti