Hai distribuito tempo?

Hai (2)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Ciao a tutti 🙂

è appena passato il Natale e  come ogni anno giornali e televisioni fanno le stime.

Quanto è stato speso in regali? I tuoi erano compresi da 10 euro a 50? Da 50 a 100? Da 100 A 1000? Da 1000 in su ?

Quanto in pranzi e cenoni? Quanti in partenza e quanti a casa?

E’ bellissimo fare regali e altrettanto riceverli, non lo nego, ma credo sia altrettanto importante soffermarsi a riflettere su altri regali bellissimi che possiamo donare e non solo in questi giorni di festa.

Ma attento: saranno regali che potranno costare molto!!!

DISTRIBUISCI RINGRAZIAMENTI

Comincia a pensare alle persone presenti nella tua vita o nel tuo passato. Scrivi i loro nomi su un foglio ed elenca come hanno contribuito alla tua crescita personale. Anche quelle che ti hanno causato sofferenza,trova comunque una lezione di vita che hai imparato da loro.

Una volta elencati tutti i doni ricevuti da queste persone inizia a ringraziarli tutti.

Con una telefonata, con una lettera, con un messaggio…che riconosca loro il modo in cui hanno contribuito alla tua vita. Li stupirai e ti sorprenderà il piacere che darai e che riceverai.

Ma ora viene il difficile!!! Ti ricordi? Saranno regali che ti costeranno tantissimo!!!

Ringrazia anche le persone che ti hanno fatto male.

Questo è difficilissimo!!! Quando nutri sentimenti negativi verso alcune persone magari del passato, puoi essere in preda alla rabbia e al risentimento. Ma può essere che la rabbia che provi per questi sia anche verso te stesso, per aver consentito quanto era accaduto. Ma credimi, se inizi, anche con tanta difficoltà, a trasformare la rabbia in perdono sarai in grado di vedervi entrambi come persone che avevano fatto del loro meglio in quell’occasione.

Se proprio non riesci fisicamente fallo mentalmente. Parla con loro come se fossero seduti davanti a te e dì ciò che vorresti dire loro.

Risana la relazione dentro di te. Abbiamo bisogno di liberarci dalla sofferenza e dalla rabbia, prima di poter dare amore.

Distribuire ringraziamenti è come usare un muscolo; non appena lo mettiamo in moto diventa più forte. Ci vuole solo esercizio.

DISTRIBUISCI INFORMAZIONI

Molto spesso,tutto quello che abbiamo imparato nella nostra vita ci è costato difficoltà.

E allora vorremmo vedere le altre persone faticare tanto quanto abbiamo fatto noi.

Ma ricordi? … saranno regali che potranno costare molto!!!

Trasforma questo sentimento e comincia ad aiutare gli altri quanto è nelle tue possibilità. Professionalmente può essere molto difficile: ci si può sentire “minacciati” e non si vuole condividere informazioni che potrebbero essere loro utili.

Ma il dare deve essere fatto senza aspettarsi nulla in cambio.

Per qualche ragione, quando aiuti qualcuno, diventi migliore, più di quanto tu sia già.

DISTRIBUISCI LODI 

Sembra strano ma le persone che più abbiamo difficoltà a lodare sono proprio quelle più vicine a noi: figli, compagni, genitori…

Spesso ci si focalizza sulle negatività delle relazioni e si tende a far notare ai nostri cari dove… sbagliano. Vogliamo che le persone a noi vicine siano di sostegno e assertive. Certo è importante circondarsi di persone che sappiano amare, dare e sostenerci affettivamente. Ma non devi dimenticare  che devi diventare ciò che vuoi attrarre, essere il tipo di persona che vorresti vicino a te.

E’ vero anche che se è importante donare, altrettanto lo è, se non si è soddisfatti di un rapporto, chiudere la porta, con amore.

Dare non significa essere un tappetino, e abbiamo il diritto di essere felici.

DISTRIBUISCI TEMPO 

Il tempo non basta mai, è un merce preziosa, e per questo è uno dei doni più grandi.

Regalare il tuo tempo ai tuoi cari, ad ascoltarli, a mangiare con loro senza che la televisione copra le vostre parole, a passeggiare con loro, o semplicemente a stare in silenzio ma vicini.

E regalalo a chi ne ha bisogno. Diventa un partecipante attivo, entra nel volontariato, assisti un anziano, leggi un libro ad un bambino…

Tutte queste attività ti portano all’esterno, e ti aiutano a nutrire il tuo lato amorevole.

DISTRIBUISCI DENARO

La paura della povertà permane spesso, indipendentemente da quanto uno sia ricco.

Un ricordo che ho vivido dentro di me è quello di mia madre, che dava sempre qualcosa a chiunque suonasse alla sua porta. Alle nostre rimostranze rispondeva :« Potreste un domani essere uno di voi o dei vostri figli a chiedere aiuto e spero ci sarà qualcuno come me che vi aiuterà».

La risposta all’ossessione per il denaro sta nel distaccarsene. Comincia a “distribuirlo”ragionevolmente, certo non sperperandoli, ma con la fiducia che troverai sempre un modo per avere ciò di cui hai bisogno.

DISTRIBUISCI AMORE

… saranno regali che potranno costare molto!!!

Certo lo saranno quando per amore si intende lasciare che qualcuno  sia quello che vuole essere, senza volerlo cambiare. Questo è distribuire amore.

Quando abbiamo fiducia che qualcuno sappia gestire da solo la propria vita e agiamo di conseguenza. Questo è distribuire amore.

Quando siamo tolleranti e consentiamo agli altri di imparare e di crescere, senza sentirlo come una minaccia.

AMARE E’ ESSERE IN GRADO DI DARE. E ADESSO E’ ORA DI COMINCIARE.

Il dare è far “uscire” il tuo io rannicchiato e trattenuto per stare bene in piedi con le braccia aperte.

Buon proseguimento di questi Giorni di Festa.

Lilia

 

Mi farà molto piacere sapere come la pensi, se ti va  lasciami un commento qui sotto e condividilo su facebook 🙂 se lo ritieni utile per qualcun altro.

Commenti