Ti senti definito?

Ti senti definito- (3)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Ciao,

oggi mi sono svegliata con una riflessione illuminante che devo assolutamente condividere con te e voglio farti una domanda:

«Stai creando il tuo capolavoro?»

Io quando mi alzo al mattino di solito faccio colazione, mi sistemo, sistemo la casa, sistemo qui e sistemo là e il tempo passa !!!

Ma oggi è scattato un desiderio fortissimo e te ne parlo in questo video.

 

 

Come avrai sentito io ho sempre amato creare con le mie mani, ho avuto una nonna che fin da bambina mi ha insegnato ad usare ferri, uncinetto, ricamare…

Poi per tante ragioni avevo messo tutto da parte. E non ho più alimentato la mia parte creativa.

Nel frattempo la vita mi ha messo davanti a momenti molto dolorosi, in cui le domande a cui non si può aver risposta sono tantissime.

E non so se a te succede, ma io ero arrivata a non capire più chi ero, che cosa volevo fare della mia vita, a non sentirmi più me stessa…

E ad avere la consapevolezza che non ero, e non sono ancora la Lilia che so di poter essere.

Ma quando vuoi veramente qualcosa dal profondo del cuore, quando senti che la spinta, quando  il richiamo è fortissimo, l’universo ti viene in aiuto. 

E ho cominciato a dipingere.

Qual’è il parallelismo, la riflessione che è scattata?

Che il mio disegno procedeva come procedeva la mia ricerca interiore.

Avevo prima disegnato il progetto di come lo volevo e intanto dentro di me la ricerca di chi volevo essere continuava.

Poi ho cominciato a colorarlo, abbozzando le case, gli alberi… ma non c’era chiarezza, un misto di colori, emozioni, non riuscivo ad intuire ancora, c’era ancora tanta confusione.

Poi in questi giorni, grazie anche a una frattura al piede che mi impedisce di uscire liberamente, sono “costretta” a lavorare su me stessa.

E comincio a mettere “ordine”, dentro di me, e con un grande e a volte sofferto lavoro di introspezione, comincio a sentirmi  emergere, come il mio disegno.

Ma la svolta scatta ieri sera.

L’insegnante mi dice che è meglio se comincio a definire i contorni. Ho un senso di apprensione!!!

Fino a ieri sera continuavo a ritoccare i colori ma non avevo avuto ancora il “coraggio” di cominciare a definire.

E poi lo stupore!!!

Comincio e vedo il disegno prendere forma, definirsi. Gli alberi, le persone, cominciano ad avere vita propria, ad avere una loro identità.

Prende luce, inizia ad avere una sua personalità, non è più un misto di forme e colori.

E dentro di me sta succedendo la stessa cosa.

Sento sempre più forte il “richiamo” ad uscire, a manifestare ciò che sono, a mettere in luce la mia unicità.

E non desidero altro che continuare.

E se anche tu, in questo momento, ti senti un pò in crisi mi sento di dirti due cose.

1) Vivila come un grandissima opportunità per crescere. Si può imparare, anche da prove che non si vorrebbero mai affrontare.

2)Prendi in mano ciò che vuoi, dei colori…dei fili colorati…una chitarra…scarpette da ballo… scrivi un libro..calca un palcoscenico…l’importante è  che lasci uscire la tua anima, la tua essenza.

L’arte è l’espressone dei sentimenti più profondi nel modo più semplice.(Albert Einstein)

Perchè il compito più bello che possiamo portare avanti è quello di tirar fuori la meraviglia che c’è dentro di noi.

E con la consapevolezza che è un percorso fantastico, ma che non finirà mai, perchè le cose da imparare sono tantissime. E si può, e si deve, fare della propria vita un capolavoro.

In continua ricerca, imparando, sbagliando.. o si… quanti errori sto facendo, ma con lo stupore di scoprire che cosa voglio sia la mia vita.

Per il momento ho questa, e ho il dovere di viverla anche aiutando gli altri che magari si trovano nel mio stesso percorso.

Quindi mi farà un’ immenso piacere se condividi con me i tuoi pensieri 🙂 e se mi lasci un tuo commento.

E se ritieni possa essere utile per qualcuno altro la mia riflessione condividila 🙂

 

Buona giornata

Lilia

Commenti